Assegno di maternità

Descrizione: 

Gli assegni di maternità sono sostegni economici per le madri italiane, comunitarie e extracomunitarie che mettono al mondo dei figli e che: 1 - non beneficiano di alcun trattamento economico per la maternità, indennità o altri trattamenti economici a carico dei datori di lavoro privati o pubblici ovvero beneficiano di un trattamento economico di importo inferiore rispetto all’importo dell’assegno. In questo caso spetta solo la quota differenziale 2 - hanno un reddito ISEE del nucleo familiare nei limiti della norma vigente

È un'erogazione di natura economica da parte dell’INPS, effettuata con un'istruttoria del Comune di residenza, per ogni figlio nato.  Il beneficio è anche concesso per ogni minore in adozione o affidamento preadottivo: il minore non deve però aver superato i 6 anni di età al momento dell’adozione o dell’affidamento oppure non deve aver superato la maggiore età per adozioni o affidamenti internazionali. Il minore in adozione o in affidamento preadottivo deve essere regolarmente soggiornante e residente nel territorio dello Stato. L'assegno di maternità è cumulabile con l'assegno per nucleo numeroso

Informazioni sull'istanza: la richiesta di assegno maternità deve essere presentata al comune di residenza necessariamente entro sei mesi dalla nascita del figlio o dalla data di ingresso del minore nella famiglia anagrafica della donna che lo riceve in affidamento preadottivo o in adozione senza affidamento. Diversamente, si perde il diritto all’assegno. 

Ufficio di riferimento: Servizi Sociali